.
Annunci online

nuovapolitica
La politica italiana è morta. Raccogliamo idee e forze per farla rinascere con un partito nuovo.


Diario


20 settembre 2007

Fino a quando dovremo sopportarli?

In questi giorni i gemelli Katchinsky, i due presidenti della Polonia, hanno veramente toccato il fondo. Il loro veto ha infatti impedito di istituire una giornata europea contro la pena di morte, pena che durante la campagna elettorale promettevano di reintrodurre in Polonia.

In linea con la chiesa cattolica, questa pesante zavorra che rallenta l'Italia e l'Europa, volevano infatti che la giornata contro la pena di morte (bandita dal territorio dell'UE) diventasse una giornata per la vita contro aborto ed eutanasia (il primo ammesso in quasi tutti gli stati UE, la seconda in alcuni). Un simile cambiamento, naturalmente, non poteva essere accettato, tanto più che avrebbe completamente stravolto il senso di una simile giornata, e così è saltato tutto.

A questo punto bisogna aspettare nuove elezioni in Polonia (sono vicine, ormai). Poi, se non cambia nulla, per il bene dei polacchi bisogna tenerli dentro l'UE, ma per il bene di tutti gli altri bisogna spingere per un'unione a due velocità che possa ignorare la Polonia.


25 giugno 2007

La chiesa cattolica deve pagare l'ICI. Parola di UE.

Oltre il 90% degli istituti ecclesiastici non paga l'ICI e riceve molti altri benefici fiscali. Solo l'ICI non pagato supererebbe i 400 milioni di euro, senza tenere conto degli arretrati. L'Italia, concedendole questo privilegio, viola le norme comunitarie sulla concorrenza.

Questa, in sostanza, è la giusta motivazione che ha spinto l'Unione Europea ad aprire una procedura d'infrazione contro l'Italia e a chiedere al governo Prodi una lista di tutte le inique agevolazioni offerte dalla Repubblica Italiana alla Chiesa Cattolica.

Ora dobbiamo sperare che l'UE riesca in ciò che il semplice buonsenso non è riuscito a fare.

Vedi in particolare il bell'articolo di Curzio Maltese citato su:
http://ilmondodigalamay.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1535111

Vedi:
http://www.agenziagrt.it/www/notizia.asp?id=70244
http://www.expobg.it/modules/news/article.php?storyid=6566


20 giugno 2007

Niente obblighi senza diritti.

L'Unione Europea ha sottolineato per l'ennesima volta che anche le coppie di fatto sono famiglie, poiché anche su di esse ricade la responsabilità genitoriale.

Purtroppo, in Italia, se non sei un politico sono famiglie solo quando si tratta di pagare. Lo sono per il fisco, ma non per gli ospedali, ad esempio. Uno scandalo al quale si dovrebbe porre rimedio una volta per tutte.

Il governo vuole aiutare davvero le famiglie? Tutte le coppie con figli? Bene, allora che si sbrighi a varare una legge seria sulle coppie di fatto.

Qualcosa di simile ai PACS, che in Francia e Spagna sono stati istituiti dai partiti di centrodestra. Non una porcata come la legge sui dico, troppo arzigogolata e troppo vicina alle posizioni cattoliche.

Vedi:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2007-06-19_119103346.html

sfoglia     agosto        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Proposte Politiche
Note su L.C.

VAI A VEDERE

50e50 - UDI
Agedo
Arcigay
Arcilesbica
Cariuli
Crisalide
Colapesce
Emilieto
Fireman
Francescopala
Gattopesce
Gaytoday
Il mondo di Galamay
Il mondo di Galatea
Neroassenso
Noi Valdesi Forum
Parteattiva
Pensieri Informati
UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti)
Usbek


Add to Technorati Favorites



CERCA