.
Annunci online

nuovapolitica
La politica italiana è morta. Raccogliamo idee e forze per farla rinascere con un partito nuovo.


Diario


14 maggio 2008

NIMB, questo sconosciuto!

Non si tratta di una nuova popstar, ma di un acronimo inglese che sta per "not in my backyard", ovvero "non nel mio cortile". Si riferisce all'atteggiamento di chi non vuole rinunciare alla comodità del mondo contemporaneo, senza essere costretto a convivere con i suoi effetti negativi. E naturalmente si riferisce all'individualismo politico tanto caro a molti italiani.
 
E' NIMB, ad esempio, l'atteggiamento campano verso i rifiuti (li produciamo, non facciamo raccolta differenziata e lo stato deve portarli via e smaltirli... in altre regioni). Oppure la critica alla costruzione della TAV (quel brutto ponte ferroviario rovina la vista dalle villette). O anche il rifiuto assoluto di costruire gli inceneritori e i rigassificatori (salvo poi avere le discariche straripanti e la bolletta del riscaldamento che schizza alle stelle).
 
Sono tradizionalmente NIMB, inoltre, le ideologie della Lega e di molti partiti e gruppi della sinistra italiana (i vari cobas, verdi, rifondazione, ecc). Con una differenza fondamentale fra la Lega e gli altri: il NIMB è un atteggiamento tipicamente piccolo-borghese e la Lega è un partito che vuole rappresentare esplicitamente gli interessi della piccola borghesia del Nord-Est.
 
Sul NIMB, quindi, nessuno da sinistra può fare concorrenza alla Lega. E' semplicemente impensabile! Se si vuole costruire una sinistra sensata bisogna dare un taglio netto al passato e lasciarsi alle spalle questo tipo di atteggiamento fastidioso e un po' parassitario.
 
PS: è anche per questo che la Sinistra Arcobaleno, elettoralmente parlando, ha chiuso bottega.


25 giugno 2007

La Moratti è in buona compagnia.

Per restare in tema di omofobia, il sindaco di Milano Letizia Moratti ha redarguito il suo vice per via di un'affermazione agghiacciante: «mai più patrocini del Comune a iniziative gay».

Premesso che la Moratti e la sua giunta (lega esclusa) hanno fatto bene a condannare una simile porcheria, temo che presto, per dirla con Pinocchio, cominceranno ad allungarsi i loro nasi. Infatti le affermazioni di De Corato, intollerabili in uno stato europeo moderno, sembrano perfettamente coerenti con le azioni intraprese nella pratica dal Comune di Milano, che ha rifiutato qualsiasi patrocinio ad iniziative che riportavano anche solo l'aggettivo "gay".

Speriamo che queste scheggie di medio evo portino un po' di giudizio fra i milanesi, alle prossime (purtroppo molto lontane) elezioni amministrative.

Vedi:
http://www.gaynews.it/view.php?ID=74434

sfoglia     settembre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Proposte Politiche
Note su L.C.

VAI A VEDERE

50e50 - UDI
Agedo
Arcigay
Arcilesbica
Cariuli
Crisalide
Colapesce
Emilieto
Fireman
Francescopala
Gattopesce
Gaytoday
Il mondo di Galamay
Il mondo di Galatea
Neroassenso
Noi Valdesi Forum
Parteattiva
Pensieri Informati
UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti)
Usbek


Add to Technorati Favorites



CERCA