Blog: http://nuovapolitica.ilcannocchiale.it

Fino a quando dovremo sopportarli?

In questi giorni i gemelli Katchinsky, i due presidenti della Polonia, hanno veramente toccato il fondo. Il loro veto ha infatti impedito di istituire una giornata europea contro la pena di morte, pena che durante la campagna elettorale promettevano di reintrodurre in Polonia.

In linea con la chiesa cattolica, questa pesante zavorra che rallenta l'Italia e l'Europa, volevano infatti che la giornata contro la pena di morte (bandita dal territorio dell'UE) diventasse una giornata per la vita contro aborto ed eutanasia (il primo ammesso in quasi tutti gli stati UE, la seconda in alcuni). Un simile cambiamento, naturalmente, non poteva essere accettato, tanto più che avrebbe completamente stravolto il senso di una simile giornata, e così è saltato tutto.

A questo punto bisogna aspettare nuove elezioni in Polonia (sono vicine, ormai). Poi, se non cambia nulla, per il bene dei polacchi bisogna tenerli dentro l'UE, ma per il bene di tutti gli altri bisogna spingere per un'unione a due velocità che possa ignorare la Polonia.

Pubblicato il 20/9/2007 alle 9.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web