Blog: http://nuovapolitica.ilcannocchiale.it

Poveri bambini del Gaslini

Cari amici e lettori,

chiudete gli occhi, toccate ferro, e immaginate di avere un figlio o un nipotino di 10 anni in ospedale. E' brutto tempo e probabilmente pioverà, ma volete andare lo stesso a visitarlo.

Ora aprite pure gli occhi e rispondetemi sinceramente: lo fareste aspettare sotto la pioggia, o andreste a cercarlo nella sua stanza?

Qualcuno, probabilmente, non la pensa come voi!

Infatti, domenica scorsa, il signor Ratzinger è andato a "salutare" i bambini ricoverati al Gaslini di Genova. Per l'occasione è stata montata una tettoia nel cortile dell'ospedale... per riparare i bambini dal maltempo, direte voi... e invece no: la tettoria è stata usata dal papa e dai suoi sgherri, mentre i bambini feriti o malati aspettavano sotto la pioggia coperti solo da mantelline come quelle usate dagli scout (e chiunque abbia fatto lo scout sa bene che sotto quelle mantelline o hai freddo, o crepi di caldo, ma non stai mai bene).

Un'ulteriore conferma del totale disinteresse provato dal papa per le persone in difficoltà, o meglio del suo interesse opportunistico nei loro confronti, che li vede solo come decorazioni di cui fregiarsi di fronte alle telecamere.

Pubblicato il 21/5/2008 alle 10.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web